Centri diurni per minori, Progetti sociali, Formazione e Volontariato
   
Il fenomeno del bullismo sembra essere ormai dilagante, anche fra i ragazzi più giovani. Di recente, sulle prime pagine del quotidiano L'Arena, si legge di due minorenni, di 13 e 17 anni, che all'apice dei loro atti di bullismo ai danni di un senza tetto, hanno dato fuoco all'automobile in cui quest'ultimo trascorreva le notti, uccidendolo. La notizia ci ha lasciati sgomenti e ci ha fatto riflettere sulla reale necessità di affrontare la questione del bullismo e della violenza in senso più ampio che ci tocca da vicino, ma che spesso ci lascia atterriti ed impotenti, magari pensando che in fondo non ci riguardi più di tanto. Quando sui giornali si parla di fatti di questo genere, come i sassi lanciati dal Cavalcavia di San Massimo non più di un anno fa da un gruppo di giovanissimi, vengono spesso additati i genitori come "colpevoli" di non aver adeguatamente educato i loro figli o di averli trascurati, lasciandoli crescere senza regole. Ma, in qualità di educatori, adulti e genitori, riteniamo che sarebbe importante ritrovare uno spirito di comunità che ci possa aiutare a fronteggiare fatti simili, nell'interesse di tutti, sia delle vittime che di chi li mette in atto.
Quello che ci preme offrire è uno spazio in cui gli adulti di questa comunità, genitori, insegnanti, educatori, animatori, catechiste, allenatori, che vivono quotidianamente a contatto con i ragazzi e che senza dubbio avranno assistito in un modo o nell'altro ad atti di bullismo, possano confrontarsi e trovare insieme strategie e strumenti utili a fronteggiare tali atti ma anche a prevenirli, favorendo un dialogo efficace con i più giovani. Tutto ciò nell'interesse della collettività. Una collettività che spesso si lamenta di ciò che accade nella quotidianità ma che purtroppo sembra avere pochi strumenti a disposizione per affrontare i fatti ed in particolare per prevenirli.
Si potrebbe disquisire per ore su quali siano i motivi che hanno portato all'aumento esponenziale dei fenomeni di bullismo e ancor più tempo si spenderebbe nella ricerca dei colpevoli, senza arrivare ad una conclusione.
Pensiamo però che sia più importante a questo punto osservare la situazione con la quale ci troviamo a confrontarci quotidianamente e chiederci che cosa ognuno di noi potrebbe fare per migliorarla, chiedendoci sempre...e se succedesse a mio figlio?

VI ASPETTIAMO!

 


Cari Amici, attraverso questa pagina potete conoscere le nostre proposte formative per grandi e piccini
Per
informazioni ed iscrizioni potete contattarci ai numeri 0458905342 - 3489267623

 

CHI SIAMO
CENTRI DIURNI
CENTRO APERTO
PROGETTI E INIZIATIVE
SERVIZIO CIVILE NAZIONALE 2018
PROPOSTE FORMATIVE
SPORTELLO GENITORI
PROGETTI CONCLUSI
CONTATTI
Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
Site Map